La Locomotiva, vent’anni.

la locomotiva venti anni slogan

Un gruppo di persone che si mettono insieme, la maggior parte che lavora in casa di riposo, il desiderio di promuovere un servizio di assistenza domiciliare agli anziani delle valli dell’Astico e del Posina, una cooperativa sociale che nasce. Il nome c’entra con una canzone. Ricorda anche il trenino che passava da queste parti, ma soprattutto che si iniziava un viaggio. Era il 3 Giugno 1996. Vent’anni dopo, a guardare indietro, un po’ di strada è stata fatta: nelle scuole per l’integrazione delle persone disabili, nel territorio per educare bambini, animare i giovani, assistere gli anziani, promuovere l’agricoltura. Vent’anni dopo è il momento migliore per fermarsi a riflettere. E ripartire.

Questi sono i motivi che ci hanno portato a organizzare per tutto il 2016 una serie di eventi a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare per conoscere la storia e le persone della nostra cooperativa, approfondire insieme i temi del lavoro sociale, condividere i progetti futuri.

la locomotiva eventi

Partiamo il 18 Marzo con “Arbeit”, monologo teatrale scritto e diretto da Giorgio Sangati e interpretato da Anna Tringali: si parla di lavoro, attraverso la figura di Nicoletta, e crediamo che farlo attraverso il teatro ci dia la possibilità di approfondire i sentimenti e le condizioni di molte persone, che sono magari i nostri stessi soci, i nostri lavoratori o le persone con le quali quotidianamente lavoriamo.

Il 3 Giugno lasciamo spazio alla musica dei Valicantà, che rappresentano la “colonna sonora” per chi abita e lavora o anche solo frequenta le nostre valli. Insieme a loro faremo festa, dedicando il concerto alle famiglie dei ragazzi seguiti dal servizio di Integrazione Scolastica, intervallando la musica con alcuni testi scritti apposta per l’occasione.

Concludiamo in bellezza, a Settembre, con un’inaugurazione che si è fatta attendere, quella della Fattoria Sociale Gianni Canton a Calvene. Una mattina con un piccolo buffet di benvenuto e la visita delle nostre coltivazioni, che in giugno speriamo siano ricolme di ortaggi e officinali in fiore, un’occasione per conoscere come “funziona” la nostra fattoria sociale.
E poi… qualche altra sorpresa durante il tragitto che scopriremo di volta in volta, insieme a degli amici di questi venti anni. Insomma, è davvero il momento per ripartire piantando nuovi semi!

Lascia un Commento